LA RICERCA DELLA LEGGEREZZA | STUDIO ALBINI ASSOCIATI - Re.Rurban Studio
9276
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-9276,ajax_leftright,page_not_loaded,smooth_scroll,,qode-theme-ver-2.8,wpb-js-composer js-comp-ver-4.5.3,vc_responsive

LA RICERCA DELLA LEGGEREZZA | STUDIO ALBINI ASSOCIATI

Category

Event Planning, Product Design, Public Relation

About This Project

www.studioalbiniassociati.com | info@studioalbiniassociati.com

///

L’edizione 2018 di DOUTDESign Exhibition, sempre allestita negli spazi dell’headquarter del Distretto, nell’ex convento di via San
Vittore 49 a Milano, è un invito rivolto ai giovani progettisti ad interrogarsi sulle potenzialità del design nel mondo attuale e futuro.
Lo Studio Albini Associati presenta, all’interno dell’headquarter di Zona Santambrogio, la piccola esposizione “LA RICERCA DELLA
LEGGEREZZA”, uno dei fondamenti della metodologia di Franco Albini. In questo allestimento verrà esposto il prototipo della “Poltrona
Sospesa”, disegnato da Franco Albini con Enea Manfredini, riprogettato e sviluppato dallo Studio. Un pezzo sperimentale affine ad
altri prodotti progettati dal maestro del Razionalismo durante tutta la sua carriera, come la libreria “Veliero”, viene finalmente realizzato
e messo in mostra con copie dei disegni della stessa serie. Franco Albini concepisce la “Poltrona Sospesa” ed una serie completa di
altri pezzi sperimentali nel 1943 per il Concorso “Casa per tutti”, indetto dalla Triennale di Milano. In essi le parti con funzione portante
(schienale e seduta della poltrona) sono basate sul principio delle travi reticolari, realizzate cioè con sottili aste di legno, rette da esili funi
d’acciaio. Schienale e seduta della poltrona sono ottenuti da semplici superfici che si tramutano in volumi grazie al loro accostamento
nello spazio secondo angoli retti o ottusi.

Lo studio milanese, fondato nel 1930 da Franco Albini, si caratterizza per un approccio all’architettura intesa come “artigianato razionalizzato”, cioè come tradizione artigianale mediata razionalmente dalla produzione industriale. Nel 1952, con l’associazione di Franca Helg, lo studio si arricchisce di nuove competenze e sensibilità progettuali. Dal 1962 lo studio Albini-Helg si avvale della collaborazione di
Antonio Piva e dal 1965 di Marco Albini, assumendo nel 1975 la denominazione “Studio di architettura Franco Albini, Franca Helg, Antonio Piva, Marco Albini.” Dal 1990 al 2000 lo studio diventa “Marco Albini, Antonio Piva associati” e dal 2004 “Studio Albini
Associati – Marco Albini e Francesco Albini”. Il Prof. Arch. Marco Albini, nato a Milano nel 1940 dove si laurea in Architettura nel 1965, è titolare dell’omonimo studio professionale con sede a Milano. E’ docente del Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura, e visiting professor presso il New York Institute of Technology e la Washington University St.Louis Missouri. L’Arch. Francesco Albini nasce a Milano il 24 Novembre 1970 e si laurea in Architettura al Politecnico di Milano nel 1996. Collabora per un anno nello studio Renzo Piano Building Workshop a Parigi nel 1996, con Prada come assistente degli artisti per l’allestimento delle mostre di Arte Contemporanea a Milano nel 1996
e con lo studio “Marco Albini -Franca Helg-Antonio Piva Architetti Associati” dal 1998 al 2004, prima di fondare con il padre lo studio ancora oggi attivo ed ospitante l’archivio di Franco Albini e Franca Helg e la Fondazione Franco Albini.